Al lavoro con i superpoteri: risolvere problemi è il lavoro che Erik Pernet svolge con il nuovo Actros 3363 della ditta Hamse Sleepdienst

Veicolo e tecnica

Un gancio per ripartire.

Fornire soccorso stradale con rapidità ed efficienza a prezzo fisso è l'attività quotidiana di Hamse Sleepdienst. A prestare servizio adesso c'è anche l'Actros.

Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.
Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.
Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.
Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.
Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.
Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.
Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.
Aggancio riuscito! Erik Pernet, autista di HSD, fornisce una dimostrazione di come si fissano le ruote anteriori dell'autocarro da trainare.

Gli autocarri giallo elettrico di Hamse Sleepdienst (HSD) sono un'apparizione benefica per molti conducenti. Questi veicoli li aiutano infatti a trarsi d'impaccio quando, a causa di un guasto o di un incidente, non possono proseguire la marcia. Erik Pernet guida da non molto il nuovo Actros 3363 della ditta. Si occupa degli incidenti sulla E 313 e sulla E 314, per i quali il servizio di soccorso stradale è responsabile della rapida rimozione dei veicoli coinvolti e dove ogni minuto è prezioso, ma presta aiuto anche ai veicoli in panne in tutto il Belgio e li trasporta in tutta Europa.


«Sono in realtà sempre operativo. Anche quando sto via per più giorni, ad esempio in Italia o in Scandinavia», racconta Erik, mentre guida tranquillo il suo autocarro nel denso traffico. È soddisfatto soprattutto del comfort di marcia del suo nuovo strumento di lavoro: «Ci vuole un giorno ad abituarsi all'altezza del sedile, ma l'Actros si guida così liscio e l'allestimento è così moderno che mi sono sentito subito a mio agio nel mio nuovo autocarro. La cabina di guida è spaziosa, il letto confortevole e abbastanza largo per dormirci. La prima partenza è stata forte: era tutto così morbido e silenzioso che mi pareva di andare pianissimo. Naturalmente era solo un'impressione.»

Il suo datore di lavoro Michel Lemmens gestisce l'azienda a conduzione familiare giunta con lui già alla terza generazione e la cui sede attuale si trova a Tessenderlo. HSD è stata una delle prime aziende della Road Service Assistance (RSA), una rete di servizi professionali di soccorso stradale per veicoli trasporto merci e persone che ha la sua centrale operativa in Belgio.


Recentemente Michel Lemmens ha scelto per la prima volta un veicolo Mercedes-Benz. «Lavoriamo per quasi tutti i marchi automobilistici e per questo acquistiamo anche autocarri di vari costruttori. In fin dei conti bisogna accontentare un po' tutti. Fino a poco tempo fa, tuttavia, Mercedes-Benz non era il marchio adatto per il caricamento di veicoli, perché la Casa non aveva nella sua gamma la giusta combinazione per noi, ossia motore potente e assi pesanti. Quando però è uscito sul mercato l'Actros 6x4 da 460 kW, abbiamo scelto la Stella.»

HSD compone da sola i suoi carri attrezzi, acquistando la cabina di guida e un autotelaio pesante. «È comunque importante che la configurazione scelta ci permetta di coprire comodamente anche lunghi percorsi», afferma Michel Lemmens, che acquista il sistema da Fiault e lo fa allestire completamente da tre fornitori a Tessenderlo, nel rispetto delle direttive di HSD e del costruttore del veicolo.



«È importante che i nostri carri attrezzi pesanti ci consentano di coprire comodamente anche lunghi percorsi.»

– Michel Lemmens, amministratore delegato di Hamse Sleepdienst


Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.
Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.
Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.
Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.
Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.
Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.
Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.
Potenza allo stato puro. Il nuovo Actros 3363 di Hamse Sleepdienst in azione.

Il parco veicoli consta di cinque carri attrezzi pesanti, due autogru con una capacità rispettivamente di 125 e di 180 t/m, due veicoli di servizio, tra cui uno attrezzato con cuscino ad aria per risollevare gli autocarri, tre carri attrezzi con piano di carico per autovetture e una macchina per la pulizia stradale. Gli autocarri pesanti sono tutti equipaggiati con sistema di traino a forca. Come spiega Lemmens, «questo sistema ha il vantaggio di ripartire meglio il peso sugli assi rispetto al triangolo distanziatore. Inoltre il carico non è concentrato su un solo punto e non si rischia di deformare gli assi del veicolo trainato».


Foto: Dirk Willemen

14 commenti