Predictive Powertrain Control da montare a posteriori per l'Actros

Servizi

In salita!

Eccellenza del servizio e focalizzazione sulla redditività: sono la ricetta del successo della Hasler Transport AG. Per ridurre ancora il consumo, l'azienda svizzera ha installato su sette Actros il Predictive Powertrain Control. Il risparmio supera il cinque per cento, nonostante una quota di lunghe percorrenze comparabilmente bassa.

Analisi dettagliata. Il Direttore Bruno Lusti (a destra) e l'autista Roger Walser osservano l'analisi del consumo.

Scatole piene di lattine di alluminio, Ergotrainer e piccoli contenitori di detergenti schiumogeni, tutti accatastati in modo sicuro sui pallet. «Trasportiamo praticamente di tutto, tranne merci sfuse e animali», spiega Roger Walser mentre lì accanto un telaio di trasporto con una mezza dozzina di moto da cross viene spinto attraverso il capannone di trasbordo. Walser lavora come autista per la Hasler Transport AG. I 45 autocarri della ditta di spedizioni di Weinfelden, in Turgovia, a un passo dalla riva meridionale del lago di Costanza, viaggiano in tutta la Svizzera. Per lo più trasportano collettame. «Ritiriamo la merce dal cliente, qui effettuiamo il trasbordo e la consegniamo al massimo il giorno successivo», commenta Bruno Lusti, uno dei direttori dell'azienda che conta 75 dipendenti.

In Svizzera quello del collettame continua a essere un settore molto attivo, a differenza della Germania, afferma il manager che ha più di quattro decenni di esperienza in trasporto e logistica. Ma per avere un successo duraturo occorre garantire la massima redditività. «Un elemento cruciale è il consumo. E ridurre il consumo, naturalmente, protegge anche l'ambiente», aggiunge Lusti.



In quest'ottica l'azienda della Turgovia da qualche tempo può contare sul supporto del Predictive Powertrain Control, il Tempomat "previdente" di Mercedes-Benz. Nel 2015, la Hasler Transport AG ha fatto installare su sette Actros questo sistema che riduce ulteriormente il consumo dell'Actros, già parsimonioso, in maniera sensibile grazie al collegamento di dati GPS, carte topografiche e PowerShift Mercedes 3. Così, su quasi 300.000 chilometri di strade di grande comunicazione, può integrare nel sistema automatizzato uno stile di guida adeguato alla topografia del percorso, per esempio sfruttando i picchi di spinta nelle discese oppure togliendo tempestivamente il gas prima dei dossi.

«L'equipaggiamento a posteriori presso il nostro concessionario di fiducia ha richiesto solo poche ore», racconta Lusti. E soprattutto: il consumo degli autocarri equipaggiati con il Predictive Powertrain Control è sceso nella misura sperata. «Le nostre analisi mensili dimostrano che in media gli autocarri arrivano a una riduzione del consumo di gasolio superiore al cinque per cento». Un risultato eccellente, soprattutto considerando che, nei viaggi in Svizzera, la percorrenza su strade di grande comunicazione è piuttosto bassa. Se si considerano i 700.000-800.000 litri di carburante acquistati finora ogni anno dall'azienda, l'investimento conviene. «Non c'è dubbio, questo sistema ha un futuro!»

Anche Roger Walser ha a bordo il Predictive Powertrain Control. «Ne faccio largo uso», spiega. «Qui in Svizzera le strade di grande comunicazione non presentano troppe salite e discese grazie alle numerose gallerie. Tuttavia il sistema si fa notare chiaramente». L'autista sta partendo alla volta di un cliente distante pochi chilometri dalla sede dell'azienda, a Weinfelden. Qui caricherà il suo Actros con mobili da ufficio. Le consegne di arredi, compreso il montaggio, stanno diventando sempre più importanti per la Hasler Transport AG. «È indispensabile offrire qualcosa di più rispetto agli altri!» Oggi il viaggio conduce nei pressi di Ginevra. Sono appena 350 chilometri, sui quali entrerà in funzione il Tempomat "previdente".


Predictive Powertrain Control da montare a posteriori.

Per quasi tutti gli Actros, Antos e Arocs, il Predictive Powertrain Control è disponibile come soluzione per il montaggio a posteriori. I requisiti principali sono una nuova immatricolazione a partire da settembre 2012 e il cambio completamente automatizzato PowerShift Mercedes 3. Il pacchetto per il montaggio a posteriori consiste sostanzialmente in una centralina di comando, un'antenna GPS e uno speciale set di cavi. L'installazione in un centro per veicoli industriali Mercedes-Benz dura circa due ore e mezzo, a seconda della variante di cabina. Non è necessario il collaudo da parte di un'organizzazione di controllo come il TÜV.

Foto: Sebastian Vollmert

Ancora nessun commento